Passa ai contenuti principali

In primo piano

Recensione: Scolpitelo nel vostro cuore di Liliana Segre

  Scheda libro Casa editrice: Mondadori Edication A cura di : Daniela Palumbo/ edizione scolastica: Laura Varganello Anno di pubblicazione: 2020 Genere: Narrativa per ragazzi Target: All Formato: Brossura, 155 pagine Codice ISBN: 978-88-247-7921-0 Prezzo: € 9,00 Quarta di copertina: La memoria di Liliana Segre cerca il suo approdo nel presente. Le sue parole lo svelano: racconta di se stessa in guerra come una profuga, una clandestina, una rifugiata, una schiava lavoratrice. Usa espressioni della nostra contemporaneità affinché la testimonianza del passato sia un ponte per parlare dell'oggi. Qui e ora. E, interrogando il presente, Liliana indica quel futuro che solo i ragazzi in ascolto potranno, senza indifferenza e senza odio, disegnare, inventare, affermare. Recensione: Quel ricordo è eterno dentro di me. La spianata bianca con la neve. Udire quel comando: uomini a destra e donne a sinistra. Io che perdo la mano di mio padre. Fu il mio ultimo istante con lui. Queste sono pagi

Segnalazioni della settimana


Cari lettori,
benvenuti al consueto appuntamento delle 'Segnalazioni della settimana'. In questo numero della rubrica vi proporrò un consiglio di lettura che trovo davvero interessante, tanto che l'intero articolo sarà totalmente dedicato ad esso. Mi auguro che questo libro vi incuriosisca molto, buona lettura. 


Titolo:C'era una volta un clandestino
Autore: Eltjon Bida
Casa editrice: PubMe
Data di Pubblicazione: 2018
Genere: Autobiografia romanzata
Target: All
Formato: Ebook/ Cartaceo, copertina flessibile, 478 pagine

Di che si tratta? 

'C'era una volta un clandestino' è un libro autobiografico, basato sulla storia vera dell'autore. In quest'opera Eltjon Bida  ci racconta l'epopea che ha dovuto vivere: dal momento della sua partenza dall'Albania con il barcone fino ai primi due anni trascorsi in Italia da minorenne, con tutte le difficoltà che ha dovuto affrontare per sfuggire allo 'status' di clandestino. 

Parere generale sull'opera?

Attraverso la lettura di 'C'era una volta un clandestino' l'autore ci permette di rivivere insieme a lui il reale viaggio di un clandestino, facendoci comprendere che cosa si prova ad attraversare il mare di notte in un barcone carico di persone altrettanto disperate. Inoltre ci rende edotti su alcune dinamiche, quale il patto fra gli scafisti e gli immigrati, che difficilmente si apprendono fino in fondo se non ci si è passati in prima persona. Ci racconta altresì il percorso d'integrazione che ha dovuto affrontare, esaltando amore e rispetto per la patria che lo ha accolto. 'C'era una volta un clandestino' è un libro che vale realmente la pena di leggere, poiché ci permette di riflettere anche sull'attuale fenomeno migratorio. 


Marianna Visconti 

Commenti