Passa ai contenuti principali

In primo piano

Le interviste di Lego et Cogito: Syria Soccorso

Cari lettori e Care lettrici, Benvenuti/e a questo appuntamento con Le interviste di Lego et Cogito. Oggi vi presento Syria Soccorso, una giovane autrice che ha appena esordito nel panorama letterario con Pochi passi all'amore , edito da Dialoghi edizioni. Buona lettura.  Ciao Syria, presentati alla nostra community e parlaci un po' di te.  Ciao Marianna, intanto grazie per avermi dedicato questo spazio. Io sono Syria, ho 23 anni e vivo in Sicilia in provincia di Agrigento. Mi sono diplomata come operatrice dei servizi commerciali e nella vita lavoro presso una associazione musicale e culturale. Da sempre coltivo l'amore per l'arte in generale ma in particolare per la lettura e per la scrittura. Quando è nato in te l'amore per la scrittura?  A me è sempre piaciuto scrivere, però più che altro scrivevo i miei pensieri, ciò che mi passava per la testa. Durante l'ultimo anno delle superiori essendomi avvicinata ancor di più alla lettura ho deciso di cimentarmi nell

Segnalazioni della settimana


Cari lettori,
benvenuti al consueto appuntamento delle 'Segnalazioni della settimana'. In questo numero della rubrica vi proporrò un consiglio di lettura che trovo davvero interessante, tanto che l'intero articolo sarà totalmente dedicato ad esso. Mi auguro che questo libro vi incuriosisca molto, buona lettura. 


Titolo:C'era una volta un clandestino
Autore: Eltjon Bida
Casa editrice: PubMe
Data di Pubblicazione: 2018
Genere: Autobiografia romanzata
Target: All
Formato: Ebook/ Cartaceo, copertina flessibile, 478 pagine

Di che si tratta? 

'C'era una volta un clandestino' è un libro autobiografico, basato sulla storia vera dell'autore. In quest'opera Eltjon Bida  ci racconta l'epopea che ha dovuto vivere: dal momento della sua partenza dall'Albania con il barcone fino ai primi due anni trascorsi in Italia da minorenne, con tutte le difficoltà che ha dovuto affrontare per sfuggire allo 'status' di clandestino. 

Parere generale sull'opera?

Attraverso la lettura di 'C'era una volta un clandestino' l'autore ci permette di rivivere insieme a lui il reale viaggio di un clandestino, facendoci comprendere che cosa si prova ad attraversare il mare di notte in un barcone carico di persone altrettanto disperate. Inoltre ci rende edotti su alcune dinamiche, quale il patto fra gli scafisti e gli immigrati, che difficilmente si apprendono fino in fondo se non ci si è passati in prima persona. Ci racconta altresì il percorso d'integrazione che ha dovuto affrontare, esaltando amore e rispetto per la patria che lo ha accolto. 'C'era una volta un clandestino' è un libro che vale realmente la pena di leggere, poiché ci permette di riflettere anche sull'attuale fenomeno migratorio. 


Marianna Visconti 

Commenti